>Un tweet che vale una birra: come un hotel può incrementare visibilità nei social media

>

Oggi vi vorrei parlare di come una struttura turistica potrebbe “aumentare” la propria visibilità online, differenziandosi dai competitor e generando buzz intorno al brand.
Conosci Twitter vero?  E il sistema” PAY WITH A  TWEET ? presumo di no! 
Da ora in poi ..si!
Pay with a Tweet è un sistema di micropagamento sociale che consiste nel  ricevere/acquistare un oggetto digitale attraverso il “pagamento” [sociale] di un tweet.
In questo modo si diffonde viralmente  ciò che hai “acquistato”, movimentando curiosità ed  interesse nella tua rete sociale, visto che la “moneta” è un tweet. 
Per comprendere quanto ciò sto dicendo ho scoperto un hotel tedesco DOMSPITZEN che ha realizzato una campagna [intelligente] di pay with a tweet.

Quello che vedi sotto si tratta dell’home page del sito dell’hotel  Domspitzen 
Sulla tua sinistra [1] noterete i vari social network cui l’hotel fa riferimento:  un ottimo “approccio” social che ogni struttura dovrebbe avere. Ma andiamo oltre..non è di questo che voglio parlarvi.
Se invece vai nella parte destra [2] nel rettangolo rosso noterai il bottone azzurro pay with a tweet.
L’hotel ha pensato bene di offrire una Kolsch [birra tipica tedesca] a chi soggiornerà presso la struttura, “pagando” il corrispettivo con un tweet.

Ti starai chiedendo…ma come funziona, come è possibile? Vediamo ancora da vicino.
Una volta cliccato il tasto evidenziato della home page,  visualizzerai l’immagine sottostante che ti dice con “quale social network” decidi di pagare. Se scegli twitter il sistema genererà un tweet, di converso se scegli Facebook, pagherai con un aggiornamento di status sul tuo profilo.
Una volta scelto il “social network” ti apparirà la seguente schermata, dove nel primo rettangolo c’è il contenuto della tweet [nel caso scegli  twitter come sistema di pagamento] contenete l’account dell’hotel @HotelDomspitzen, mentre nel secondo rettangolo rosso si condivide il tweet.
Una volta condiviso il tweet hai “diritto” al tuo arrivo in hotel avrai diritto alla “birra” comprata attraverso il sistema pay with a tweet. 
Questo case history  è frutto di una  vera strategia vincente e  “virale”  : con un semplice gesto hai la possibilità di aumentare la visibilità del tuo  brand nei social network, ma nello stesso tempo “proponi” un “servizio ” in modo innovativo e “sociale”. Perchè quel tweet lo vedranno oltre i tuoi amici, e gli amici dei tuoi amici….e così via!

Ti ricordi come funziona la catena di Sant’Antonio? è la stessa cosa! solo che qui corre molto più veloce!

Ti consiglio di non dimenticare questo servizio, specialmente se hai appena “iniziato” il percorso sui social media ed hai necessità di incrementare i tuoi followers/fans.
Se hai appena aperto il canale Twitter, se vuoi promuovere un evento e molto altro…ricordati della famosa storia di “un tweet per una birra
Pensa cosa potresti “offrire” ai tuoi ospiti in cambio di un tweet! 
Inizia a “offrire” qualcosa con il sistema “pay with a tweet”,attivare il “circuito” è semplicissimo: basta compilare il form che trovi a questo link!
Complimenti all’hotel @HotelDomspitzen! 

Questo è un altro golden case history di come promuoversi in modo low cost…”quando la creatività batte la celebrità”!
Altri casi di comunicazione e marketing low cost sono: KML Surprise e My Irish 140
tu ne conosci altri?
Link hotel @HotelDomspitzen

>KML Surprise: quando il pensiero vale molto di più di altre cose

>

Devo ammettere che il post di oggi riassume le potenzialità dell’ascolto delle conversazioni intorno ad un brand. Di solito una strategia di social media marketing  inizia con un’ accurata Social Media Analysis.

Le fasi più importanti di una social media analysis. [ricordo che è un’analisi che si fa a monte di una strategia di social media marketing] sono:

  •  brand assesment  monitoraggio di tutte le conversazioni presenti e passate sul brand ed eventuali competitor
  • mappatura delle conversazioni/percezioni 
  • attività ed analisi di benchmark
  • analisi di settore e scenario

Ma ritorniamo all’argomento principale, che ancora non vi ho annunciato: un’interessante campagna di social media marketing per la compagnia area KML chiamata SURPRISE KML
In che cosa consiste?
La compagnia aerea ha eseguito un’ottima analisi di ascolto delle conversazioni, facendo emergere che i passeggeri, prima di imbarcarsi,[per ridurre  l’attesa del volo], condividono in Rete  il loro status attraverso  social network come Foursquare e Twitter.
Bene dirai….cosa c’è di nuovo?
E’ qui che viene  il cuore della STRATEGIA della campagna SURPRISE KML.
Attraverso una scrupolosa  ricerca nei social network e delineando a monte la rotta che eseguivano determinate persone, hanno pensato bene di aspettarli ai cancelli per regalare loro una sorpresa,un gadeget, realizzando così il famoso “effetto sorpresa” 
Vi consiglio di guardare questo video [dura quasi 5 minuti]

L’obiettivo era quello di “regalare” una piccola sorpresa per compensare un’attesa noiosa, ma anche per creare engagement con  clienti [influencer] KML, dimostrando loro che a volte non servono cose faraoniche per stupire e realizzare campagne “interessanti” di social media marketing: per rendere felici le persone basta il “pensiero”.


Complimenti KML

queste sono alcune foto con i turisti “premiati” all’aeroporto [guarda qui le altre]

Devo ammettere..che insieme alla campagna di promozione di Irish 140 sono le migliori campagne legate ai social media [turistiche e low cost] che abbia scoperto fino ad ora….se ne conosci  altre …cosa aspetti a segnalarmele 😉

questa è la pagina dell’iniziativa KML Surprise
questo è il canale FB
questo è il canale Twitter [ qui devo esprimere una puntualizzazione “la pagina è ferma al 15 dicembre”] grosso errore…perchè la “vita sociale” deve continuare….]
questo è il canale You Tube

>L’evoluzione del CRM è Social

>

>Digital, Mobile e Augmented: quando il turismo diventa "snack"

>

Visto che stamattina ho affrontato la questione Mobile Travel, includendo anche il discorso Augmented Reality proprio qui nel mio blog, parallelamente è uscito anche un mio post su NinjaMarketing che tratta di Digital Apllication e come queste possano influire nella  fruizione dei musei e l’accesso alla cultura.
Cosa aspetti a leggerlo qui! se ti piace condividilo, se non ti piace “commentalo” ed esprimi il tuo punto di vista.
a presto

>Applicazioni per il Mobile Travel: sarà un altro trend del 2011??

>

Riprendo a scrivere sul mio blog, all’incirca dopo una decina di giorni..e colgo l’occasione per augurarvi un Buon 2011. In questi giorni non ho fatto altro che vedere classifiche e hit parade del 2010….e ora che siamo nel 2011, si ripresenta la solita storia….classifiche con i trend del 2011!! Posso dire pure io la mia??? 
Un trend del 2011, contestualizzato alla crescita del Mobile, sarà  Mobile Travel [applicazioni mobile]…..!!! 
Numerosi siti di turismo hanno arricchito di funzionalità virtuali, negli ultimi anni, tra cui alcune che permettono agli utenti di creare itinerari personalizzati, come ad esempio YourTour e Wanderfly. Ad aggiungersi alla precedente lista c’è un’altra forma di mobile app: mTrip .

Con le versioni per iPhone, iPod touch, per dispositivi iPad e Android, mTrip  fornisce  informazioni su migliaia di attrazioni, ristoranti, bar, alberghi e destinazioni di shopping con la mappatura, [non in linea pure] indicazioni,  pianificazione dei viaggi, ed infine, ma non per ultimo [augumented reality] la realtà aumentata e la condivisione di viaggio. 
Le informazioni delle city guides, vengono prese  sia dal contenuto generato dagli utenti [UCG], sia da materiale professionale creato da Falk  (editore di guide turistiche Marco Polo e Falk Maps).
Lo strumento mTrip Genius crea automaticamente itinerari di viaggio personalizzati in base agli interessi di viaggio, le date del viaggio, l’alloggio, la preferenza e le valutazioni di altri viaggiatori. [tutto questo senza connessione Internet][non prendete per certo….non ho mai testato].

Con la  realtà aumentata, l’applicazione sovrappone i punti di interesse sul display del telefono cellulare, mentre la mappa e la navigazione offline, basati sulla localizzazione, sono grado di guidare i turisti  a piedi o in metropolitana. Con una connessione WiFi, gli utenti di applicazioni guida mTrip possono anche condividere le cartoline elettroniche tramite Facebook e-mail.
Articolo ispirato e tradotto da qui

>Un video per riflettere insieme: Buone Feste!

>

Eccomi qua! Volevo dirvi tante cose prima del Natale..ma poi ho pensato …forse nessuno mi presterà attenzione! Si, perchè oggi è la vigilia di Natale! E si sa bene che il giorno precedente al Natale non bastano mai  24 ore.
E’ stato interessante osservare la “società” in questi giorni alle prese con la corsa agli acquisti! Una società,  dove l’effimero diventa cardine della quotidianità, dove il pensiero viene sovvertito in istinto.
Fermiamoci un attimo! a pensare…non solo a noi! 
iniziamo a pensare a “ogni giorno”……a l’Avvenire…l’Avvenire è la nostra quotidianità! 
Questo video è il pensiero di Ninja Marketing per augurarvi Buone Feste! [vi consiglio di fermarvi per 4 minuti]
Un caloroso Buon Natale a tutti voi!


L’Avvenire from Ninja Marketing on Vimeo.

Le musiche sono di Al-Maranca, le immagini di Klesha Production, due veri talenti che insieme hanno saputo realizzare una piccola opera d’arte multimediale.

© 2010 Alessio Carciofi - Marketing Territoriale per il Turismo