>Spanair: i regali arrivano quando meno te lo aspetti

>

Alcuni giorni fa vi parlai del caso KML Surprise, oggi vi racconto un’analoga idea di comunicazione “non convenzionale“, realizzata per conto della Spanair , sempre all’interno di un aeroporto.
Siano alla vigilia di Natale e il volo da Barcellona a Las Palmas  sta atterrando, è all’incirca mezzanotte, quindi il personale Spainair ha deciso di “regalare” loro una magnifica sorpresa : fare qualcosa di speciale per le 190 persone che viaggiavano con loro, mentre tutti gli altri festeggiato la vigilia di Natale.
Guardatevi questo video e fate attenzione all’effetto sorpresa, effetto che ha la propensione di scatenare il passaparola..



>Adotta una parola: la cultura accresciuta di un territorio

>

Erano giorni, che desideravo comunicarvi un’iniziativa bellissima di crowndsourcing legato alla comunicazione turistica, si chiama Adotta una Parola .

Siamo in Emilia Romagna, e il TER, acronimo di Travel Emilia Romagna, facente parte dell’APT regionale, ha messo in “piedi” un bellissimo metodo per promuovere e valorizzare la cultura e la conoscenza del territorio.

Cosa significa adottare una parola?

Adottare una parola significa semplicemente prendersene cura, proprio come farebbero una mamma o un papà con la propria piccola. All’atto pratico, si tratta di:

  •  andare a vedere in che stato si trova la voce wikipedia collegata alla parola prescelta;  
  • controllare la qualità della voce wikipedia;
  • integrare le parti eventualmente incomplete o mancanti 
Come si adotta una parola?

Devo proprio ammettere la mia bellezza del progetto, ma soprattutto la sostenibilità e, la [ri]cerca di recuperare in modo virtuoso la tradizione, integrando il mondo online e offline.
Come ogni istituzione che si rispetti, anche questa formula di “adozione” piacevole possiede un proprio anagrafe #adottaunaparola  qui 
Mi piace concludere con il titolo di un articolo che il Sole 24 Ore ha dedicato a tale iniziativa: Narrativa Territoriale
Se vuoi capirne di più clicca qui 
Cosa aspetti ad adottare una parola?

Complimenti e un saluto a tutti i miei amici di TER 😉

@Giovanni  @Claudia @Elisa @Alessandra

>E’ giunto il momento di "fare spazio": la società è cambiata

>

In questo blog, diverse volte ho affrontato l’argomento del marketing tradizionale, e come esso, sia fisiologicamente giunto al crepuscolo di un’epoca. Non è cambiato il marketing, è cambiata la società
Il problema è culturale: bisogna e sottolineo bisogna, “propagare” le nuove attitudini del “fare”  “marketing”. 
Ma come è possibile, se ancora oggi ci troviamo davanti a dei “guru” del marketing [anni 80/90] che ancora oggi pubblicano libri privi di ogni rifermento all’attuale contesto, ma soprattutto orfani di una lungimiranza prospettica di scenario?
Vi consiglio di leggere questo articolo di Francesco Morace su Nova100 del Sole 24Ore.

>Alcuni numeri sul social media marketing #smm [INFOGRAFICA]

>

>Quando l’amore di una destinazione viene reso pubblico: il caso VisitPhilly.com

>

Chi lo ha detto che i billboard sono obsoleti come metodo di comunicazione nel turismo?
Oggi, con il case history di VisitPhilly.com, vi dimostriamo il contrario.
Siamo a Philadelphia, e per comunicare in modo non convenzionale, la destinazione hanno scelto di “creare” un billboard dinamico, dove tu puoi scrivere dei piccoli sms e vederli catapultare prima nel “cartellone pubblicitario” e poi nel Web.
A lato dell’attività “istituzionale” è stato implementato pure un blog destination.
Non vi resta che provare
Questa è la pagina Facebook
Guarda le migliori “with a love” qui

>Il futuro del Mobile Tagging: Microsoft Tag e Qr Code a supporto del turismo

>

Chi  segue il mio blog,  conosce la [mia] passione per il Qr Code e  credo [auspico] che il 2011 sarà l’anno di svolta del codice bidimensionale.
Ultimamente sto lavorando ad un progetto in campo turistico, legato all’infotainment..spero di parlarvene il prima possibile!

Ma non è questo di questo che voglio parlarvi! Mi piace condividere con voi questa bellissima presentazione dal titolo: “The Future of Mobile Tagging”
La presentazione inizia con un’analisi di scenario legata ad una novità, di cui non vi avevo mai parlato prima d’ora: Microsoft Tag. Conosci?
Microsoft Tag è un “nuovo” codice bidimensionale a colori, simile al Qr code. Se vuoi saperne di più ti consiglio di leggere il post di Fabio Lalli nel quale delinea le differenze tra Qr Code e Microsoft Tag.
Ritornando alla presentazione, mi piace soffermarmi sulle funzionalità che [sia il Qr Code che il Microsoft Tag]  possono assolvere:

  • Lotteria/contest  Istantaneo
Si può prevedere di creare una “lotteria/contest” con formula di riconoscimento e consegna premio in modo del tutto istantaneo. Formula molto interessante per il retail.

  • Mobile Entertainment 
Si possono prevedere formule di “Entertainment” outdoor, come il location-based game che è stato realizzato a Central Park: installando “indicazioni” qr-rizzate e ottenendo di conseguenza utili informazioni per la continuazione del gioco

  • Travel by TAG
permettono una migliore comprensione della “destinazione”, maggiore fruizione delle informazioni e di “favorire” lo storytelling, specialmente se viene usato in contesti che amplificano le tradizioni  e la cultura in modo del tutto on demand e mobile, facendo affidamento a forme multimediali di presentazioni.
In un mio precedente post, già feci riferimento a dei case history, di qr code nel turismo. Non vi avevo mai parlato di ” i colori di Torino“: metodo innovativo di fruizione delle informazioni turistiche del capoluogo piemontese.

  • Product Preview
attraverso il tag si possono ottenere informazioni aggiuntive in merito ad un prodotto che si ha intenzione di acquistare : nel caso della bottiglia di vino si può accedere ad informazioni utili in merito all’annata della bottiglia, e perfino vedere un video che ripercorre a ritroso il processo di “vinificazione” : dalla vite alla tavola.
  • Ritorno al passato e salto al futuro
In ambito turistico trovo [personalmente] molto interessante la seguente funzione:  attraverso l’uso dei tag si 

può mostrare per esempio un edificio o sito turistico come era 50/100 anni fa oppure,  se ci troviamo di fronte ad un edificio in costruzione mostrare come sarà al termine del lavori. 

Una cosa analoga è stata sperimentata dall’aeroporto di Gatwick 


  • Mobile How To:

Un’interessante funzione per il Qr Code potrebbe essere quella  di “illustrare” in modo multimediale “come fare” determinate cose ed aiutare le persone nello svolgere delle pratiche. L’esempio sottostante è rappresentativo ed indica come svolgere nel miglior modo gli esercizi di fitness al parco

Queste appena delineate sono solo alcune delle variopinte funzioni che il Microsoft Tag e il Qr Code possono assolvere. Ora non ti resta che guardare la presentazione e pensare.
Pensa a cosa potresti  realizzare tu  con il Qr Code e Microsoft Tag per la tua struttura turistica e per il territorio dove vivi! Sono curioso della tua creatività! 

View more presentations from PSFK.

via

© 2010 Alessio Carciofi - Marketing Territoriale per il Turismo